Manifattura

Condividi:
IWC Watches

Orologi made in Schaffhausen

— Perché sono così speciali

La filosofia di IWC

Schaffhausen rappresenta un’isola nel panorama orologiero svizzero. Il nucleo principale di costruttori di orologi si trova, infatti, nella Svizzera occidentale. Sin dal 1868 questa particolare posizione geografica ha favorito l’affermarsi di quella peculiare filosofia manifatturiera che punta decisamente sulla tecnologia e sul continuo sviluppo per creare orologi di precisione che mantengono il loro valore nel tempo. La manifattura insediata sulle rive del Reno si è affermata su scala internazionale con la propria passione per le soluzioni innovative e lo spirito pionieristico. Tra i leader mondiali nel segmento degli orologi di lusso, IWC produce capolavori di alta orologeria che combinano tecnica ingegneristica e massima precisione con un design esclusivo. La reputazione del marchio di Schaffhausen si fonda anche sul fatto che il suo qualificatissimo personale padroneggia l’arte di costruire calibri di manifattura e complicazioni orologiere come la ripetizione minuti, il tourbillon e il calendario perpetuo. Dal 1903 per i progettisti e i designer la promessa di eccellenza del sigillo «Probus Scafusia» – «Qualità made in Schaffhausen» rappresenta una grande sfida, ma anche un modo per esprimere la loro passione.

La filosofia di IWC è basata sulla passione per l'arte orologiera, un'inventiva costante e il migliore talento artigianale

—Il tourbillon è composto da 81 componenti, il cui assemblaggio richiede la massima concentrazione

Ogni orologio IWC è opera di professionisti altamente qualificati, autentici maestri dell’arte orologiera. Sono il loro occhio esperto, la loro destrezza manuale e la precisione della loro strumentazione che consentono di trasformare un insieme di componenti in orologi IWC, ognuno dei quali è un affascinante connubio di estetica, funzionalità e perfezione, ognuno un modello di arte orologiera e di incomparabile eccellenza.

PROGETTAZIONE

Prima che il cuore di un orologio IWC inizi a battere

—Per progettare un nuovo modello, i progettisti e gli ingegneri lavorano gomito a gomito

Progettazione e fabbricazione

Ogni volta che IWC inizia la progettazione di un nuovo modello, alcune domande sono d’obbligo: cosa vogliono ottenere esattamente i progettisti e gli ingegneri? L’orologio deve raggiungere nuovi standard di complessità? La sua caratteristica principale dev’essere la riserva di carica o l’impermeabilità? All’inizio, i primi componenti vengono “disegnati” con un sistema CAD. In questa fase, per IWC è importantissimo che il lavoro di progettazione e fabbricazione si integri perfettamente con le moderne tecnologie di produzione. Lavorando gomito a gomito con gli ingegneri, i progettisti svolgono un ruolo cruciale nel definire il miglior modo di armonizzare estetica e funzionalità dell’orologio. Il quadrante e il cinturino o il bracciale, la posizione delle indicazioni, la scelta dei colori e dei materiali e la finitura superficiale rispecchiano sempre esattamente il progetto del team di lavoro. A parte il risultato tecnico e stilistico, entrano in gioco anche altri aspetti, più emotivi, come per esempio la sensazione che si prova tenendo l’orologio in mano. Perciò, gli spigoli della cassa, il modo in cui si attivano i pulsanti o il rumore della corona quando scatta non sono mai lasciati al caso. Spesso, gli ingegneri e i progettisti si ispirano a vecchi progetti. In definitiva, è proprio il rispetto per gli orologiai del passato a garantire la continuità della manifattura di Schaffhausen.

Condividi:

È proprio il rispetto per gli orologiai del passato a garantire la continuità

—Una macchina di misurazione coordinata verifica la precisione della platina
—Lavorando con gli ingegneri, i progettisti riescono a ottenere un armonioso equilibrio tra estetica e funzionalità

Gestione della qualità

IWC garantisce l’elevata qualità dei suoi prodotti mediante una complessa attività di sviluppo e gestione della qualità abbinata a un severo programma di sperimentazione e di collaudo che si avvale di metodologie scientificamente all’avanguardia, come simulazioni computerizzate di modelli tridimensionali, analisi del materiale mediante raggi X o prove estreme di funzionamento e resistenza. Videocamere ad alta velocità e misuratori laser permettono così di osservare variazioni di minima entità, mentre speciali software provvedono a calcolare precisi profili di resistenza.

Per tutte le soluzioni di dettaglio come le ruote, gli alberi, i profili dei denti o le dimensioni delle molle si ricercano le eventuali fonti di problemi già nella primissima fase del loro sviluppo: IWC definisce questo processo «FMEA», ossia analisi della criticità di possibili errori. A tal fine i progettisti sfruttano le esperienze di precedenti progetti, i feedback del mercato e le segnalazioni per ottimizzare la facilità di manutenzione. Tutto ciò consente di assicurare che un orologio IWC funzioni e sia riparabile per molti anni.

TEST

Il lungo e difficile cammino da prototipo a prodotto finito

—Per garantirne l'impermeabilità, la cassa, ermeticamente sigillata, viene testata per diversi minuti sotto l'acqua a una pressione variabile

Qualificazione

Il concetto di «qualificazione» identifica un programma di verifica che dura vari mesi e comprende circa trenta severi test, a livello di prototipo o in fase di omologazione della preserie. Questi test simulano in forma concentrata tutto ciò a cui potrebbe trovarsi esposto un orologio nelle situazioni normali ed estreme della sua lunga vita. Solo dopo che il rigoroso collaudo di innumerevoli prototipi e la realizzazione della preserie avranno dissipato ogni minimo dubbio, l’idoneità alla produzione in serie potrà dirsi comprovata e la leggenda di IWC arricchirsi di un nuovo affascinante capitolo.

Test di resistenza agli urti

Nei test di resistenza agli urti un orologio affronta vari livelli di accelerazione. Tenendo presente che l’unità di misura dell’accelerazione di gravità è 1 g =9,81 m/s², con un carico d’urto di 100 g ogni componente di un orologio con cassa da 100 grammi deve sopportare sollecitazioni equivalenti a 10 chilogrammi. I Pilot’s Watches di IWC sono addirittura riusciti a sopravvivere alcuni minuti a 30 g in un acceleratore centrifugo. Nel pendolo di Charpy, invece, l’orologio viene sottoposto, nel giro di millisecondi, ad accelerazioni di ben 5000 g per simulare la caduta su un fondo di legno duro dall’altezza di 1 metro. Un’altra severa prova di resistenza è lo «chapuis extrême», un test in cui l’orologio viene agitato per ore all’interno di un piccolo contenitore esposto a urti continui su tutti i lati – 140 000 urti con una gravità simulata di 25 g, 94 000 urti a 100 g e 960 urti a 500 g.

—I pulsanti e le corone vengono sottoposti a prove di resistenza in un dispositivo di prova completamente automatico
—Durante il test climatico, gli orologi devono sopportare escursioni termiche che vanno da -20°C a +70°C senza riportare alcun danno

Test di usura

Alcuni componenti normalmente sottoposti a elevata usura vengono fabbricati sin dalla fase di progettazione dell’orologio, per testarli subito e verificarne i requisiti minimi. La ghiera girevole dell’Aquatimer, per esempio, viene sottoposta a una prova di resistenza equivalente a quattro immersioni al giorno, garantendole così una durata di vita di minimo dieci anni.

Test climatici

Durante il test climatico, viene sperimentato l’intero spettro di condizioni termiche cui il possessore di un orologio potrebbe trovarsi esposto. In termini geografici, ciò equivale a un viaggio dall’Alaska al Sahara fino alla foresta pluviale del Brasile. Gli orologi vengono messi in una stanza in cui, per diversi giorni e talvolta per settimane, devono sopportare sbalzi di temperatura che vanno da -20°C a +70°C e fino al 95% di umidità relativa. Dopo questa durissima prova, gli orologi vengono sottoposti a un test di funzionamento prolungato. Per questo test, si utilizza un microfono automatico che controlla la regolarità delle alternanze.

Test di resistenza alla corrosione e ai raggi UV

Il bagno in acqua salata per due settimane a 37 gradi Celsius garantisce che vengano impiegati solo materiali in grado di resistere agli agenti corrosivi dell’uso quotidiano ma anche al più aggressivo attacco dell’acqua di mare. Il colore dei quadranti, esposti per giorni a un’intensa luce ultravioletta, non deve subire variazioni.

Test sul campo

Una sequenza di controlli in laboratorio non può mai simulare l’intera gamma delle situazioni reali. Ecco perché, prima del lancio sul mercato, ogni orologio IWC viene consegnato a tester interni ed esterni che lo sottopongono alle sollecitazioni della vita quotidiana. I vari modelli devono così dar prova della loro qualità quando chi li indossa taglia la legna, si tuffa in acqua, gioca a golf, pedala in mountain bike o si arrampica fino a 3000 metri.

Condividi:
—Per testarne la resistenza alla corrosione, questo orologio subacqueo da polso Aquatimer viene posto in una soluzione salina a 37°C per due settimane

ASSEMBLAGGIO

Da IWC, alta tecnologia e talento artigianale vanno di pari passo

—Le platine vengono lavorate con tolleranze di centesimi di millimetri sulla fresatrice CNC

Tecniche di produzione

Nella fabbricazione dei componenti del movimento i vari pezzi grezzi vengono lavorati grazie a delle fresatrici CNC. Dopo il passaggio in fresatrice, la tolleranza accettabile per i componenti è generalmente di soli +/– 0,02 millimetri, ma in alcuni casi può scendere addirittura a +/– 0,002 millimetri. Dopo la lavorazione a macchina, i componenti vengono rifiniti a mano o passati in una macchina per elettroerosione. Le macchine per elettroerosione CNC sono utilizzate principalmente per i componenti del movimento. Normalmente, le irregolarità della superficie vengono lavorate con una tolleranza di 0,005 millimetri, ma, grazie alla macchina per elettroerosione, questa può arrivare a 0,001 millimetri.

Assemblaggio del movimento

Il montaggio del movimento si articola nell’assemblaggio del meccanismo di carica, del ruotismo e dello scappamento nonché nel successivo réglage, ossia la regolazione di precisione del meccanismo. A seconda del modello di orologio vengono installati anche il meccanismo automatico e cronografico nonché quello del calendario e delle ore. Le operazioni più impegnative sono la messa a punto dello scappamento e la regolazione della coassialità e planarità della spirale, un lavoro manuale di altissima precisione irraggiungibile in questa qualità da qualsiasi macchina. Ogni fase del montaggio implica il controllo delle funzioni e le singole regolazioni fini. Nel reparto Complicazioni orologiai altamente qualificati completano i movimenti di base inserendo complicazioni come il calendario perpetuo o il meccanismo rattrapante. Il tourbillon e la ripetizione minuti vengono invece totalmente assemblati nel reparto Specialità: qui avvengono le fasi di lavorazione del premontaggio e del montaggio nonché tutte le regolazioni fini e l’inserimento nella cassa.

—L'inserimento del rotore, del bilanciere e dello scappamento richiede un occhio allenato e movimenti sicuri
—Le anse vengono lavorate con l'aiuto di una fresatrice

Dopo il controllo delle funzioni, il lavoro minuzioso dei mastri orologiai fa in modo che le superfici raggiungano la perfezione degli standard IWC

Fabbricazione e montaggio della cassa

La costruzione delle casse non richiede meno precisione e impegno delle precedenti fasi di lavorazione. La cassa degli orologi in metallo prezioso viene ottenuta da pezzi grezzi sagomati. Nel caso dell’acciaio e del titanio le casse sono fabbricate lavorando barre di metallo, prodotte appositamente per IWC, su stazioni di tornitura e fresatura CNC con una precisione al centesimo di millimetro. Sulle stazioni di fresatura sono fresate le anse e alesati i fori per la corona e i pulsanti, ma vengono anche realizzate le complesse superfici a forma libera, ad esempio, degli orologi Ingenieur. Dopo il trattamento per asportazione di truciolo, si procede a un meticoloso controllo delle dimensioni e a un’accurata lavorazione manuale delle superfici per portarle allo standard estetico IWC. Gli spigoli vengono smussati e arrotondati, le zone prefissate sfaccettate, le tracce di tornitura, fresatura e trattamento eliminate, le superfici sottoposte a microfinitura nonché lucidate, satinate e sabbiate. Le superfici di certi componenti della cassa, infine, sono decorate da specialisti, ad esempio con un perlage, persino di parti non visibili dall’esterno. L’esecuzione di impegnative prove come quelle per testare l’impermeabilità nonché i controlli dell’aspetto concludono la fabbricazione di una cassa.

—Nei reparti specializzati in quadranti, lancette e montaggio della cassa, ogni dettaglio è lavorato a mano

Quadrante, lancette e montaggio della cassa

In questi reparti, ogni operazione viene eseguita a mano. A seconda del modello, gli orologiai specializzati in questa operazione montano i quadranti sul movimento – già perfettamente regolato – a mano o usando appositi strumenti. La stessa persona si occupa anche delle lancette, che vanno posizionate alla giusta altezza, e di stringere il perno su cui sono saldamente fissate. Nei cronografi, l’azzeramento delle lancette dev’essere assolutamente perfetto. Il movimento è mantenuto in posizione o dall’anello della cassa o dalla cassa stessa. Se il movimento è bloccato dall’anello della cassa, quest’ultimo è tenuto fermo da una molla ondulata situata sul fondello. Gli alberi di carica vengono regolati uno ad uno. Uno speciale adesivo fissa le corone avvitate sull’albero di carica.

Controllo finale

Per dieci giorni, i movimenti degli orologi a carica automatica vengono ruotati continuamente, mentre per quelli a carica manuale viene effettuata una carica completa a giorni alterni. Le ricariche permettono alle ruote e ai perni di adattarsi perfettamente gli uni agli altri, mentre il lubrificante penetra nei punti giusti.

La parte conclusiva del processo di verifica della qualità è costituita dai numerosi controlli finali. Per testarne un’ultima volta la resistenza alle sollecitazioni dell’uso quotidiano, l’orologio viene caricato completamente, dopodiché si procede al controllo della precisione di marcia, delle funzioni e dell’aspetto nonché ai test di tenuta stagna sotto pressione atmosferica e idrica. Ogni prodotto che lascia la manifattura di Schaffhausen
si distingue così per una qualità al di sopra di ogni dubbio. Una certificazione di qualità totale che trasforma la leggendaria promessa di qualità IWC in una realtà concreta e tangibile per tutti i proprietari di un orologio IWC.

Condividi:
—Il processo di certificazione della qualità si conclude con un accurato controllo finale

PERSONALIZZAZIONE

Un’incisione rende un orologio IWC unico

—Un'incisione conferisce un tocco più personale all'orologio

Ogni orologio IWC ha già, per sua natura, personalità e caratteristiche inconfondibili. Ma spesso l’appassionato chiede ancora di più: un orologio da tasca o da polso veramente originale e personale, ossia un pezzo unico.

Grazie alle più moderne tecniche di incisione, IWC è in grado di realizzare una gamma di lavorazioni praticamente illimitata, riuscendo così a esaudire alla perfezione anche i più originali desideri di personalizzazione di un orologio. «Incisione» proviene dalla parola latina «incidere», il cui significato originario era «tagliare in incavo». L’incisione di disegni, motivi, decorazioni o iscrizioni su legno, pietra, avorio e metallo consente di ottenere affascinanti giochi di luci e ombra che mettono in rilievo l’immagine desiderata. In tal modo si riesce a concentrare in ridottissimi spazi meraviglie che sanno di eternità: meraviglie come il fondello dell’Aquatimer Chronograph Edition «Expedition Jacques­Yves Cousteau» o dell’Ingenieur Chronograph Silberpfeil. È così – spesso impreziosito anche con monogrammi, date, stemmi di famiglia, loghi aziendali o dediche – che un orologio IWC diventa un prezioso pezzo unico, espressione della più alta arte della personalizzazione.

ASSISTENZA

Il piacere di un orologio IWC si trasmette di generazione in generazione

—Per massimizzare la longevità dell'orologio e preservare i suoi elevati livelli di precisione, è consigliabile farlo revisionare regolarmente da un centro autorizzato IWC o presso la sede di Schaffhausen

CURA E ASSISTENZA

In 25 paesi di tutto il mondo sono più di duecento gli orologiai e gli addetti al servizio di assistenza che si dedicano esclusivamente alla cura e alla riparazione di orologi IWC appartenenti a ogni epoca, a partire dalla fondazione della manifattura nel 1868. Affinché nessun dettaglio vada perso, dal 1885, nel registro anagrafico della manifattura, viene conservata una scheda per ogni orologio prodotto.

Il «sancta sanctorum» del servizio riparazioni è il magazzino ricambi. Nei suoi scaffali sono immagazzinati milioni di microcomponenti, ordinatamente disposti. La garanzia di poter fornire ricambi originali ha per IWC un’elevata priorità perché solo così un orologio può conservarsi da una generazione all’altra. Per prevenire il logorio di determinati componenti funzionali e il naturale invecchiamento di oli e grassi, raccomandiamo di far eseguire un servizio di manutenzione ordinario ogni due anni circa e uno straordinario ogni cinque. Gli intervalli tra un servizio e l’altro variano a seconda dello stress meccanico e delle condizioni d’uso dell’orologio.

Come regola generale, un orologio meccanico di qualità dovrebbe essere revisionato ogni 4-5 anni

—Il movimento viene interamente smontato. In seguito, ogni componente viene esaminato con cura per verificarne l'usura e i danni subiti e riparato o sostituito a seconda del caso
Condividi:

Al termine della revisione, l'orologio viene sottoposto a una serie di rigidi controlli della durata di cinque giorni

IL SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIO

Il servizio di manutenzione ordinario prevede la pulizia e la lubrificazione dello scappamento e del bilanciere dopo la loro estrazione dalla cassa. I movimenti meccanici vengono smagnetizzati mentre a quelli al quarzo si sostituisce la batteria. Vengono puliti la cassa e i componenti metallici del bracciale. La nuova regolazione del movimento, la sostituzione delle guarnizioni della cassa, il controllo dell’impermeabilità nonché il controllo delle funzioni sono altre prestazioni svolte dal servizio di manutenzione ordinario.

IL SERVIZIO DI MANUTENZIONE STRAORDINARIO

Nel servizio di manutenzione straordinario il movimento viene smontato completamente e i suoi componenti vengono puliti. Gli specialisti controllano ogni componente con scrupolosa attenzione e, se necessario, provvedono a ripararlo o sostituirlo. Segue poi un’accurata pulizia dei singoli componenti, dopodiché il movimento viene riassemblato e ripetutamente oliato e lubrificato. Ne viene infine controllata la precisione di marcia ed eventualmente eseguita la relativa messa a punto.

Anche la cassa viene completamente smontata. I graffi vengono trattati, le parti della cassa e i componenti del bracciale levigati o lapidati e lucidati e, infine, puliti a fondo. Prima di essere restituito al cliente, ogni orologio deve superare il controllo finale che prevede un intenso programma di test sull’arco di più giorni. Solo così è possibile garantirne la precisione di marcia e l’assoluta impermeabilità per molti anni.

Chi possiede un orologio IWC può contribuire ad aumentare la longevità del suo orologio. Troverete informazioni dettagliate su IWC.com o nel nostro opuscolo «Il servizio di assistenza IWC», disponibile nelle boutique IWC, nei centri di assistenza IWC e presso i rivenditori autorizzati.

—I registri anagrafici di IWC, conservati nel museo della manifattura, tengono traccia di tutti gli orologi prodotti a partire dal 1885

IWC certificato

La storia di ogni orologio IWC ha inizio nella manifattura, dove orologiai animati da un’inesauribile passione dedicano ore e ore alla cura di ogni dettaglio. Per non perderli mai definitivamente di vista, già nel 1885, IWC iniziò a tenere dei registri anagrafici sui suoi orologi. Vengono annotati, infatti, tutti i dati pertinenti come data di vendita, calibro, materiale, numero di cassa e, per i nuovi modelli, anche il numero di referenza. Eredi o acquirenti successivi hanno così la possibilità (dietro un contributo spese) di ottenere precise informazioni sul proprio orologio IWC e farsi attestare l’autenticità. Queste e altre informazioni vengono rilasciate tramite un certificato.

Per il rilascio dei certificati è necessario consegnare l’orologio a una boutique IWC oppure a un rivenditore specializzato. Nella nostra manifattura di Schaffhausen, l’orologio IWC sarà esaminato attentamente da uno dei nostri esperti orologiai che vantano una lunga esperienza nel settore.

Purtroppo non è possibile richiedere indicazioni relative al valore di mercato di un determinato modello. Esso dipende infatti da fattori variabili come la domanda e l’offerta nonché dalle condizioni del movimento e della cassa.

Se poi, malauguratamente, si verifica il furto o lo smarrimento di un orologio IWC, è consigliabile notificarne la perdita per iscritto alla polizia e a IWC. I rispettivi numeri di cassa o di referenza vengono trascritti in un apposito registro in modo che non possano ricomparire in un centro di assistenza IWC senza essere riconosciuti. Grazie a questa registrazione, si è potuto spesso riconsegnare gli orologi smarriti ai legittimi proprietari.

Ciò significa che, con una spesa minima, gli eredi o i futuri proprietari potranno ottenere precise informazioni sull'orologio e sul rivenditore autorizzato presso cui è stato acquistato