Fondation Antoine de Saint-Exupéry

Condividi:
A legend in his own lifetime: Antoine de Saint-Exupéry, pilot, writer, humanist
—Una leggenda vivente: Antoine de Saint-Exupéry, pilota, scrittore, umanista

Come partner della Fondation Antoine de Saint-Exupéry, IWC Schaffhausen si impegna ad aiutare i bambini e i giovani che vivono in condizioni disagiate. L’ente di beneficenza, fondato nel 2008 dagli eredi di Saint-Exupéry, opera per mantenere vivi i valori e gli ideali umanitari dello scrittore e pilota francese. IWC contribuisce al finanziamento dei progetti sociali promossi dalla fondazione mediante la vendita all’asta di creazioni uniche.

Antoine de Saint-Exupéry e la Fondation

Antoine de Saint-Exupéry nasce a Lione il 29 giugno 1900 e, già da bambino, sogna di volare. Lavora come corriere postale per diverse compagnie in Africa e in Sud America e, nel tentativo di stabilire nuovi record mondiali, si lancia in imprese spettacolari che più di una volta rischiano di costargli la vita. La scrittura è la sua seconda passione e gli consente di diventare ben presto un autore di fama internazionale. La sua opera letteraria più celebre è Il Piccolo Principe, racconto tradotto in più di 298 lingue. Saint-Exupéry scompare il 31 luglio 1944, durante un volo di ricognizione. Il resti del P-38 Lightning su cui si trovava vengono ritrovati nelle acque del Mediterraneo solo nel 2000.

Nel 2008, i suoi eredi creano la Fondation Antoine de Saint-Exupéry per tenere fede agli ideali e ai valori spirituali del grande aviatore e pioniere dell’aria. L’ente è impegnato nella lotta contro l’analfabetismo e nella promozione di progetti scolastici ed educativi a favore di bambini e giovani che vivono in condizioni disagiate.

Saint-Exupéry was a pilot who embraced flying as a personal challenge
—Antoine de Saint-Exupéry faceva parte di quella generazione di piloti che vivevano il volo come una sfida personale

Una partnership fondata su valori comuni

IWC Schaffhausen collabora a stretto contatto con gli eredi di Antoine de Saint-Exupéry dal 2005 ed è fortemente impegnata a favore della Fondation Antoine de Saint-Exupéry. Una partnership molto solida, basata su valori e ideali condivisi. Sostenere i bambini e i giovani che vivono in condizioni disagiate è uno dei pilastri portanti dell’impegno sociale di IWC. Entrambi i partner credono fortemente che la cultura e l’istruzione possano offrire ai giovani prospettive a lungo termine, trasformandoli in cittadini responsabili.

Accanto a questi aspetti, si delinea il concetto di patrimonio: i risultati pionieristici ottenuti da Saint-Exupéry nel mondo dell’aviazione risalgono a circa 80 anni fa, al periodo in cui IWC lanciò lo Special Pilot’s Watch, il primo segnatempo di una collezione ancora oggi in divenire. I Pilot’s Watch, con i loro quadranti dal design caratteristico e dettagli tecnici come la cassa in ferro dolce per proteggere il movimento dai campi magnetici, hanno saputo conservare fino a oggi un ruolo importante nella collezione della manifattura di Schaffhausen.

Edizioni speciali limitate dei Pilot’s Watch

La collaborazione con la fondazione si riflette nella serie stessa di orologi Pilot’s Watch, arricchita regolarmente dal 2006 con vari modelli in edizione speciale, dedicati ad Antoine de Saint-Exupéry. Nel 2014, ad esempio, IWC ha proposto tre versioni del Pilot’s Watch Chronograph Edition “The Last Flight”. Questo particolare modello, disponibile in edizione limitata, si distingue per il quadrante color marrone tabacco e la robusta cassa marrone, realizzata per la prima volta in ceramica al nitruro di silicio.

Il racconto de “Il Piccolo Principe” è un altro tema di riferimento dei modelli in edizione speciale realizzati dal 2013 a oggi. I segnatempo in questione sono gli unici Pilot’s Watch di IWC dotati di un quadrante dalle intense sfumature blu. Il Pilot’s Watch Double Chronograph Edition “Le Petit Prince”, inoltre, dispone di un’affascinante sezione circolare dove, per ogni giorno della settimana, si illumina una stella dorata diversa. Le stelle simboleggiano i sette pianeti visitati dal Piccolo Principe durante la sua odissea nell’universo.

Vendite all’asta per finanziare i progetti sociali

La stretta collaborazione con Sotheby’s ha consentito a IWC di battere all’asta numerosi segnatempo e di devolverne i proventi alla Fondation Antoine de Saint-Exupéry per contribuire al finanziamento di diversi progetti scolastici ed educativi.

Nel 2013, ad esempio, un Big Pilot’s Perpetual Calendar Edition “Le Petit Prince” è stato venduto a 173 000 franchi svizzeri. La fondazione ha impiegato la somma per aprire in Cambogia due scuole con biblioteca annessa e finanziare l’istituzione di biblioteche mobili per i villaggi più remoti.

Nel 2014, i proventi di un’altra vendita all’asta sono stati utilizzati per realizzare in un ospedale pediatrico brasiliano una biblioteca con libri, computer ed e-book, inaugurata dalla Brand Ambassador IWC Adriana Lima.

Nel 2015, gli aiuti sono stati devoluti all’Hospitality and Catering Training Centre (HCTC) di Mae Sot, nella zona nord-occidentale della Thailandia. L’istituto rivolge la propria attenzione e le proprie attività formative ai giovani Karen, gruppo etnico del sud-est asiatico spesso poco integrato nel contesto sociale.

Per maggiori informazioni sull’eredità di Antoine de Saint-Exupéry:
www.antoinedesaintexupery.com
www.fasej.org
www.lepetitprince.com