Scopri altri articoli
IWC Portugieser Annual Calendar
Calendario annuale IWC:
Per tutta l'eternità

Il nuovo Calendario annuale IWC, con il movimento di manifattura 52850, non solo colma la lacuna tra il modello Portugieser con calendario perpetuo e il suo compagno con l'indicazione della data, ma riduce anche il problema del calendario a un'unica regolazione manuale alla fine di febbraio. E questo è tutto.

IWC Portugieser Tourbillon Mystère Rétrograde
Dove il tempo vola

Se interrogati sulla loro complicazione preferita, gli orologiai risponderanno senza esitazione: il tourbillon. Al contempo, è una tra le complicazioni più richieste.

Questione di regolazione

Affinché la marcia di un orologio IWC sia precisa, le oscillazioni del bilanciere richiedono un'attenta regolazione.

Unruhreif_Spirale.jpg
L'equilibrio della forza

Un orologio meccanico continua a indicare l'ora correttamente anche quando la tensione della molla diminuisce. Ciò è possibile grazie a un meccanismo che è stato gradualmente perfezionato nel corso di 300 anni: lo scappamento.

IWC 52000 Calibre Movement
La Nuova Famiglia di Calibri 52000 di Manifattura IWC

I nuovi movimenti, sviluppati e prodotti all'interno della manifattura, presenteranno numerosi miglioramenti tecnici.

IWC_Perfectionists
I perfezionisti nel loro habitat

Per la realizzazione di tutti i nuovi movimenti di manifattura, IWC Schaffhausen si avvale della collaborazione di 20 specialisti dei vari dipartimenti, che talvolta lavorano insieme con estrema precisione per anni. Grazie a tecnologie informatiche d'avanguardia, gli ingegneri progettisti creano soluzioni la cui eleganza non passa inosservata.

Haute_Horlogerie_quer
A carica completa

Per funzionare, il movimento meccanico di un orologio ha bisogno di una fonte di energia che lo alimenti: la molla motrice. Mentre alcuni preferiscono ricaricare manualmente l'orologio, altri prediligono un meccanismo automatico che garantisca un'autonomia di marcia grazie al semplice movimento del polso di chi lo indossa.

IWC Oils
Il tempo che scorre come un orologio

In base alle sollecitazioni e alle tensioni a cui sono esposti, circa 50 componenti del movimento sono lubrificati con oli e grassi sviluppati appositamente per essere utilizzati sugli orologi da polso.

Esperienze

A METÀ STRADA DALLA LUNA

Data — 15 novembre 2013

Condividi:
HALF_WAY_TO_THE_MOON_Trucks_972x426
—Per inviare tutto il materiale e garantire così il successo della FORMULA 1, il team deve affrontare un'importante sfida logistica.

Per il team di Formula 1 MERCEDES AMG PETRONAS seguire il circo del Gran Premio significa trasportare 30 tonnellate di materiale – per un totale di 10.000 singoli componenti – e un minimo di 60 dipendenti nei circuiti dei cinque continenti. Il team deve naturalmente garantire che tutto arrivi in tempo, attraverso un’efficiente organizzazione e un’ottima capacità di far fronte alle emergenze.

Soltanto quando Nico Rosberg e Lewis Hamilton sono alla guida delle loro Silberpfeil a Melbourne, David France a Brackley – nella contea inglese del Northamptonshire – può finalmente tirare un sospiro di sollievo. Come responsabile della logistica del Team Formula Uno MERCEDES AMG PETRONAS, David ha il compito di garantire che circa 30 tonnellate di materiale situate a 10.000 miglia di distanza arrivino puntuali in Australia. Oltre alle due monoposto, il carico contiene i pezzi di ricambio, l’attrezzatura necessaria per il box e l’infrastruttura tecnica per la gestione della gara; nonché alcune comodità – come le confortevoli poltrone o la macchina per il caffè espresso – riservate ad ospiti e VIP.

Tra marzo e novembre dell’attuale stagione, i diversi team di FORMULA 1 hanno preso parte a 19 gare nei cinque continenti. Per rendere meglio l’idea, la distanza coperta dai membri del team e dal materiale corrisponde a metà dei chilometri necessari per andare dalla Terra alla Luna. Gli eventi back-to-back, programmati per due weekend consecutivi, rappresentano un’autentica sfida logistica. Il team ha solo quattro giorni di tempo dalla fine di una gara per montare e preparare tutto nella location successiva.

La stagione è inaugurata da quattro gare nei circuiti oltreoceano di Australia, Malesia, Cina e Bahrain. Per garantire che tutto giunga a destinazione nel modo più efficiente possibile, gli specialisti della logistica si affidano ad una combinazione di trasporti via aerea e via mare.

IL NOSTRO LAVORO CONSISTE NELL'ORGANIZZARE L'INTERA CATENA DI TRASPORTO DA UN CIRCUITO ALL'ALTRO.

—David France, Responsabile della logistica

HALF_WAY_TO_THE_MOON_972x426
—I container del Team Formula Uno MERCEDES AMG PETRONAS sono trasportati da aerei cargo Boeing 747 noleggiati appositamente.

La nave è il mezzo privilegiato per il trasporto di attrezzature grandi e ingombranti che rimangono le stesse per ogni gara, come i mobili contenenti bulloni, oli, lubrificanti, bombole ad aria compressa e compressori, ma anche tavoli, sedie ed ombrelloni. Per garantire la puntualità delle consegne in Australia, quattro container vengono spediti dal Regno Unito otto settimane prima dell’inizio della gara. Uno di questi contiene 1400 litri di carburante speciale per le Silberpfeil dichiarato alla dogana come merce pericolosa.

Poiché il breve intervallo tra le gare non consentirebbe di spedire tutto ogni volta verso le diverse destinazioni, l’intero carico imbarcato sulla nave è quintuplicato. «Spedire cinque pezzi di ogni componente via mare è spesso più conveniente che inviarne uno solo in giro per il mondo con l’aereo», spiega France. Il tutto è complicato dal fatto che Brackley non dispone di depositi per lo stoccaggio di tutto il materiale necessario. Per non sprecare spazio prezioso al ritorno, a volte è necessario inviare la merce tramite una particolare via a lento scorrimento.

Quando i tempi stringono, il trasporto aereo è la miglior soluzione. Anche i tre container con i componenti all’avanguardia – prime tra tutte le vetture di Rosberg e Hamilton – vengono spediti per via aerea. Il telaio, la trasmissione, la struttura posteriore per l’assorbimento degli urti, il motore, la sospensione e la carrozzeria vengono imballati in speciali contenitori per il trasporto. Nel peggiore degli scenari sarebbe comunque possibile assemblare una vettura sostitutiva con un terzo telaio e i pezzi di ricambio disponibili. Anche gli attrezzi importanti per il box viaggiano con l’aereo. Una settimana prima della gara i container di tutti i team di FORMULA 1 vengono spediti dalla sede centrale del Regno Unito all’aeroporto internazionale di East Midlands e caricati in aerei cargo Boeing 747, noleggiati per l’occasione. Tutte le 10.000 componenti devono essere al posto giusto per poter essere individuate prontamente. A Brackley ciascun reparto è responsabile del proprio materiale e la checklist da seguire è lunga decine di pagine.

HALF_WAY_TO_THE_MOON_equiptment_972x426
—Il cuore del Team di Formula Uno MERCEDES AMG PETRONAS è formato da 15 ingegneri, 38 tra meccanici e tecnici, 5 specialisti di marketing e comunicazione e diversi altri esperti.

Sempre a Brackley vengono prodotti i nuovi pezzi di ricambio, letteralmente fino all’ultimo minuto utile a disposizione. Tutto ciò che può essere inviato al circuito entro sabato mattina è spedito in seguito in altre casse per via aerea. Talvolta è richiesta anche la capacità di far fronte agli imprevisti. In un’occasione un volontario si prestò a volare da Brackley fino a Shanghai con un casco di ricambio nel bagaglio a mano per consegnarlo ad un pilota che aveva avuto dei problemi con il suo. Un altro membro del team ritirò il casco all’aeroporto e il corriere ritornò con lo stesso aereo nel Regno Unito facendo altre 14 ore di volo.

Il team viaggia tra i diversi circuiti europei con i propri inconfondibili camion. I rimorchi color argento posizionati nel paddock sono familiari per chiunque segua la FORMULA 1 in televisione. Uno di questi camion trasporta le vetture già assemblate. Per consentire ai meccanici di effettuare gli ultimi ritocchi, le vetture vengono consegnate all’ultimo minuto ai piloti, che le guideranno senza sosta, sostituendosi a vicenda quando necessario. Gli altri camion trasportano invece pezzi di ricambio, attrezzatura per il box e una stanza pulita per lavorare con le parti idrauliche. Ogni rimorchio è dotato di un impianto ad aria condizionata e di due generatori che producono 150 kilovolt – una quantità sufficiente a fornire energia a un piccolo villaggio.

Il camion numero 7 è praticamente un gigantesco frigorifero su ruote. «Cerchiamo sempre di garantire ai nostri meccanici e ingegneri, quando sono lontani da casa, alcune delle comodità a cui sono abituati», afferma sorridendo France. Il carico comprende crema spalmabile Marmite, porridge d’avena, fagioli stufati e, naturalmente, una quantità illimitata di bustine da tè.

HALF_WAY_TO_THE_MOON_truckround_972x426
—Il team viaggia tra i diversi circuiti europei con i propri inconfondibili camion.

SIAMO SEMPRE IMPEGNATI, OGNI GIORNO SI PRESENTANO SFIDE INASPETTATE.

—David France, Responsabile della logistica

HALF_WAY_TO_THE_MOON_F1car_972x426
—Pronto per correre: gli eventi back-to-back di due fine settimana consecutivi rappresentano una sfida logistica.

Il team si muove da un circuito europeo all’altro portandosi dietro anche la propria “casa su ruote”. Questa struttura temporanea, formata da 28 container, è assemblata tramite una gigantesca gru. Il primo piano ospita gli uffici del team e una zona relax riservata agli ospiti VIP che possono assistere alle gare dal tetto.

Nei diversi circuiti non deve arrivare soltanto il materiale ma, anche il ristretto gruppo di persone che vi lavorano. Il cuore del Team di Formula Uno MERCEDES AMG PETRONAS è formato da 15 ingegneri, 38 tra meccanici e tecnici, 5 specialisti di marketing e comunicazione e diversi altri esperti. Il personale addetto alla ristorazione si occupa di assicurare costantemente cibi e bevande di prima scelta. «Organizziamo tutta la catena del trasporto, dalla sede centrale di Brackley ai diversi circuiti e viceversa», spiega France. Tre membri dello staff lavorano a tempo pieno tutto l’anno occupandosi esclusivamente dei viaggi. Gli alberghi per l’Australia, ad esempio, devono essere prenotati con almeno un anno di anticipo. Anche se piloti e fisioterapisti viaggiano autonomamente, France e il suo team sono sempre pronti a soddisfare ogni loro necessità. «Siamo sempre impegnati: sia che si tratti del nuovo cane di Lewis Hamilton, o del trofeo di cristallo da riconsegnare in Svizzera dopo essere stato dimenticato in albergo da Michael Schumacher durante il Gran Premio del Belgio», afferma sorridendo David France.

Scopri altri articoli
IWC Portugieser Annual Calendar
Calendario annuale IWC:
Per tutta l'eternità

Il nuovo Calendario annuale IWC, con il movimento di manifattura 52850, non solo colma la lacuna tra il modello Portugieser con calendario perpetuo e il suo compagno con l'indicazione della data, ma riduce anche il problema del calendario a un'unica regolazione manuale alla fine di febbraio. E questo è tutto.

IWC Portugieser Tourbillon Mystère Rétrograde
Dove il tempo vola

Se interrogati sulla loro complicazione preferita, gli orologiai risponderanno senza esitazione: il tourbillon. Al contempo, è una tra le complicazioni più richieste.

Questione di regolazione

Affinché la marcia di un orologio IWC sia precisa, le oscillazioni del bilanciere richiedono un'attenta regolazione.

Unruhreif_Spirale.jpg
L'equilibrio della forza

Un orologio meccanico continua a indicare l'ora correttamente anche quando la tensione della molla diminuisce. Ciò è possibile grazie a un meccanismo che è stato gradualmente perfezionato nel corso di 300 anni: lo scappamento.

IWC 52000 Calibre Movement
La Nuova Famiglia di Calibri 52000 di Manifattura IWC

I nuovi movimenti, sviluppati e prodotti all'interno della manifattura, presenteranno numerosi miglioramenti tecnici.

IWC_Perfectionists
I perfezionisti nel loro habitat

Per la realizzazione di tutti i nuovi movimenti di manifattura, IWC Schaffhausen si avvale della collaborazione di 20 specialisti dei vari dipartimenti, che talvolta lavorano insieme con estrema precisione per anni. Grazie a tecnologie informatiche d'avanguardia, gli ingegneri progettisti creano soluzioni la cui eleganza non passa inosservata.

Haute_Horlogerie_quer
A carica completa

Per funzionare, il movimento meccanico di un orologio ha bisogno di una fonte di energia che lo alimenti: la molla motrice. Mentre alcuni preferiscono ricaricare manualmente l'orologio, altri prediligono un meccanismo automatico che garantisca un'autonomia di marcia grazie al semplice movimento del polso di chi lo indossa.

IWC Oils
Il tempo che scorre come un orologio

In base alle sollecitazioni e alle tensioni a cui sono esposti, circa 50 componenti del movimento sono lubrificati con oli e grassi sviluppati appositamente per essere utilizzati sugli orologi da polso.