Scopri altri articoli
Aquatimer
SCOPRI LA NUOVA COLLEZIONE AQUATIMER

Christian Knoop, Creative Director di IWC, illustra così il nuovo design degli orologi Aquatimer.

SIHH 2014 Booth
DIETRO LE QUINTE DELLO STAND IWC AL SIHH 2014

Direzione Ginevra. In occasione della 24esima edizione del «Salon International de la Haute Horlogerie» (SIHH), IWC invita i visitatori ad immergersi nelle profondità marine alla scoperta delle affascinanti specie a cui è ispirata la nuova collezione Aquatimer.

Ingenieur 2013 Collection
SCOPRI LA NUOVA COLLEZIONE INGENIEUR

Per saperne di più sui nuovi segnatempo Ingenieur di IWC guarda la presentazione di Christian Knoop, Creative Director, IWC.

IWC's SIHH Booth 2013
Dietro le quinte dello stand IWC al SIHH 2013

Dietro le quinte dello stand IWC al SIHH 2013.

L'amore della sua vita

Hansjörg Kittlas parla dell'amore della sua vita, la ripetizione minuti

Un ponte tra Oriente e Occidente

Dennis Lee è responsabile dello sviluppo del mercato di IWC nella grande Cina

Experience - Watchman - Hero Experience Landing
Il custode

L'orologiaio Jürg Rüeger si accerta dello stato di conservazione di circa un migliaio di preziosi segnatempo conservati presso il Museo IWC

IWC approda in Oriente

La nuova Boutique di Hong Kong non è soltanto un negozio di segnatempo IWC, ma una vera e propria porta d'accesso all'universo interattivo di IWC Schaffhausen

Esperienze

REGALARE UN FUTURO ALLE GALAPAGOS

50ESIMO ANNIVERSARIO DELLA STAZIONE DI RICERCA CHARLES DARWIN

Data — 02 giugno 2014

Condividi:

«17 settembre 1835. Mentre camminavo mi sono imbattuto in due tartarughe enormi di almeno 90 kg ciascuna: una stava mangiando un pezzo di cactus e quando ho tentato di avvicinarmi mi ha fissato per poi allontanarsi rapidamente; l’altra ha emesso un profondo fischio per poi chiudere la testa dentro al guscio».

Queste le parole di Charles Darwin a soli due giorni dallo sbarco sulle isole Galapagos, arcipelago che aveva raggiunto a bordo del brigantino HMS Beagle nell’ambito di una spedizione scientifica durata cinque anni e lunga 40 000 miglia. Nel mese trascorso sull’arcipelago, lo scienziato compì le scoperte che costituirono la base delle sue rivoluzionarie teorie sull’evoluzione e che consacrarono quell’area come una delle più affascinanti e varie del pianeta dal punto di vista ecologico.

A quasi 180 anni di distanza questo splendido arcipelago situato quasi 1000 chilometri al largo delle coste dell’Ecuador è rimasto unico nel suo genere. L’ampia diversità di habitat da isola a isola ha provocato una selezione naturale darwiniana di particolari specie di animali e piante che non si trovano in nessun altro luogo del pianeta. Circa il 40 per cento della flora e della fauna, comprese le iguane marine, i famosi fringuelli di Darwin e, naturalmente, le tartarughe giganti disturbate dall’arrivo del giovane scienziato, è presente solo ed esclusivamente sulle Galapagos.

Dopo aver compiuto il passo significativo di istituire una stazione di ricerca sull’arcipelago nel 1964, negli ultimi 55 anni la Charles Darwin Foundation si è assunta la responsabilità delle attività scientifiche necessarie per la salvaguardia delle isole. La stazione funge oggi da base per oltre 100 persone fra scienziati, studenti, docenti e volontari da tutto il mondo che vi effettuano ricerche sulla flora e la fauna autoctone al fine di preservare gli ecosistemi dalla distruzione e da danni irreparabili.

Nei suoi 50 anni di esistenza, la stazione di ricerca ha svolto un ruolo cruciale nella salvaguardia dall’estinzione delle tartarughe giganti, simbolo dell’arcipelago, ed è stata decisiva nella creazione dei 135 000 km² di riserva marina; inoltre, dall’inizio degli anni Settanta supporta, tramite borse di studio, le attività scientifiche di 1300 allievi ecuadoriani. Il lavoro del centro ha svolto un ruolo cruciale per far sì che la biodiversità originaria delle Galapagos, ancora intatta al 95 per cento, rimanesse tale.

Quest’anno cade il 50esimo anniversario della stazione di ricerca, un appuntamento ancora più importante se si pensa che fino a tre anni fa tanto il futuro della stazione quanto quello delle Galapagos era a dir poco a rischio: la sopravvivenza finanziaria della Charles Darwin Foundation era stata messa in ginocchio dalla recessione mondiale e dalla mancanza di una gestione efficiente dei costi. A salvare l’arcipelago è stato un investitore tedesco di 36 anni, Swen Lorenz: recatosi in vacanza sull’arcipelago, vedendo che la situazione stava diventando critica ha abbandonato la sua casa e un lavoro ben retribuito a Londra per fare ritorno alle Galapagos e lavorare a tempo pieno come CEO della fondazione. Con un budget annuo pari a 3,5 milioni di USD, Swen Lorenz ha sfruttato le proprie abilità finanziarie per rendere la fondazione un’organizzazione lucrativa.

—Con l’Aquatimer Chronograph Edition «50 Years Science for Galapagos», un’edizione limitata di 500 esemplari, IWC Schaffhausen rende onore ai 50 anni di vita della stazione di ricerca Charles Darwin.
Aquatimer Chronograph Edition "50 Years Science for Galapagos"
Aquatimer Chronograph Edition «50 Years Science for Galapagos»

DETTAGLI

La celebrazione dell’anniversario è iniziata a gennaio al Salon International de la Haute Horlogerie (SIHH): in quest’occasione Lorenz ha presentato insieme ad altri lo straordinario appuntamento «Inside the wave», illustrando le attività previste per l’anno in corso. Il programma di eventi comprende nel mese di giugno la presentazione al pubblico del nuovo percorso per i visitatori, della caffetteria e dello shop sulle isole Galapagos nonché la cena di gala che si terrà a fine anno a Quito, durante la quale i rappresentanti della società e della scena politica provenienti da tutto il mondo riceveranno maggiori informazioni sui successi della fondazione negli ultimi 50 anni.

Gli ospiti della cena di gala scopriranno inoltre come Lorenz, dopo aver sentito parlare di IWC, notoriamente attiva in progetti filantropici accuratamente selezionati a livello mondiale, si sia rivolto alla manifattura svizzera richiedendone il supporto per apportare dei cambiamenti all’organizzazione. IWC aiuta da tempo i bambini che vivono in condizioni disagiate attraverso collaborazioni durature con organizzazioni quali la Laureus Sport for Good Foundation e la Antoine de Saint-Exupéry – d’Agay Foundation. In linea con l’impegno dell’azienda a favore della tutela ambientale, l’intero fabbisogno energetico della manifattura di IWC a Schaffhausen è coperto dal 2007 da energia idroelettrica, senza emissioni di CO2.

La collaborazione di IWC con la Charles Darwin Foundation è iniziata nel 2009, l’anno del bicentenario della nascita dello scienziato. Da allora la manifattura orologiera di Schaffhausen apporta ogni anno un contributo finanziario significativo per assicurare un futuro alla stazione di ricerca. Questo il commento di Georges Kern, CEO di IWC: «In qualità di manifattura orologiera di successo che opera a livello mondiale, la responsabilità sociale rappresenta uno dei nostri pilastri. Ecco perché abbiamo scelto di sostenere il lavoro della Charles Darwin Foundation nel lungo periodo: per poter supportare in maniera considerevole la salvaguardia di quest’area naturale di straordinaria bellezza».

«Abbiamo creato una combinazione che unisce da un lato elementi di grande semplicità estetica propri del passato con la caratteristica ghiera girevole interna e dall’altro la comodità d’uso della ghiera girevole esterna, semplice da usare durante le immersioni»

—Christian Knoop, Creative Director di IWC Schaffhausen

Un impegno cresciuto notevolmente in occasione del 50esimo anniversario con l’introduzione della nuova collezione di orologi subacquei Aquatimer, che vanta tre modelli cronografici speciali dedicati al magico arcipelago: l’Aquatimer Chronograph Edition «Galapagos Islands» con una cassa in acciaio rivestita in caucciù e un’incisione sul retro raffigurante un’iguana marina delle Galapagos, l’Aquatimer Chronograph Edition «50 Years Science for Galapagos» dotato di lancette e indici di colore blu brillante e l’Aquatimer Chronograph Edition «Expedition Charles Darwin» che sfoggia la prima cassa in bronzo prodotta da IWC e un ritratto di Darwin sul fondello.

«Solo poche regioni del pianeta sono in grado di offrire, sia in mare che sulla terraferma, una varietà di specie tanto ricca e affascinante quanto questo straordinario arcipelago», afferma Georges Kern. «I nostri orologi Aquatimer sono i compagni perfetti per le spedizioni più ambiziose sia sopra che sott’acqua – e in questo paradiso naturale sono assolutamente nel loro elemento. Siamo però anche consapevoli della grave minaccia che incombe su questo patrimonio dell’umanità».

Responsabile dello sviluppo della nuova linea Aquatimer è Christian Knoop, Creative Director di IWC, la cui sfida è mantenere il carattere tradizionale della famiglia di orologi creando al contempo dei design innovativi sia dal punto di vista tecnico che estetico.

Aquatimer Chronograph Edition "Galapagos Islands"
Aquatimer Chronograph Edition «Galapagos Islands»

DETTAGLI

«In qualità di manifattura orologiera di successo che opera a livello mondiale, la responsabilità sociale rappresenta uno dei nostri pilastri. Ecco perché abbiamo scelto di sostenere il lavoro della Charles Darwin Foundation nel lungo periodo: per poter supportare in maniera considerevole la salvaguardia di quest’area naturale di straordinaria bellezza».

—Georges Kern, CEO di IWC Schaffhausen

«Abbiamo creato una combinazione che unisce da un lato elementi di grande semplicità estetica propri del passato con la caratteristica ghiera girevole interna e dall’altro la comodità d’uso della ghiera girevole esterna, semplice da usare durante le immersioni», spiega Knoop. «La scelta di utilizzare delle tonalità più chiare e il design funzionale rappresentano un omaggio al primo Aquatimer del 1967. La nostra fonte di ispirazione sono state le Galapagos, immerse nel blu dell’oceano e caratterizzate dalle tonalità marroni del legno esposto alle intemperie e da quelle grigie delle diverse pietre; l’idea del bronzo per la cassa dell’edizione «Expedition Charles Darwin» deriva invece dal racconto della spedizione a bordo del brigantino HMS Beagle, ampiamente equipaggiato con accessori in bronzo. Personalmente sono contento che siamo riusciti a integrare il bronzo nel repertorio di materiali per le casse di IWC in quanto è molto affascinante e vivo».

Da quando ha deciso di supportare la Charles Darwin Foundation, IWC ne è diventato uno dei principali benefattori. Con la sua donazione annuale ha permesso di compiere dei progressi importanti all’interno di diverse aree di ricerca. L’esempio più recente è dato dalla realizzazione di un nuovo progetto che partirà nel luglio 2014 e che consentirà, tramite l’applicazione di 123 sonde, di seguire gli spostamenti degli squali che vivono intorno alle Galapagos studiandone i movimenti e i flussi migratori.

«La riserva marina delle Galapagos è uno degli ultimi luoghi in cui gli squali, ormai divenuti una delle specie più a rischio del mondo, in gran parte a causa dell’industria peschereccia, possono rifugiarsi», afferma Lorenz. «Tramite le sue donazioni, IWC rappresenta una forza motrice per il nostro Galapagos Shark Research and Conservation Project. La ricerca ci aiuta a capire meglio i movimenti e i flussi migratori di queste creature sia all’interno che al di fuori della riserva marina delle Galapagos, fornendoci informazioni che ci consentiranno di adottare i provvedimenti necessari a proteggerli. Una delle specie più importanti studiate in questo programma è quella dello squalo tigre, il cui status di predatore apicale lo rende un indicatore eccellente dello stato di salute dell’ecosistema, benché la sua presenza non sia stata ancora documentata ufficialmente».

—L’Aquatimer Chronograph Edition «Galapagos Islands» ricorda ogni anno la partnership che la manifattura ha avviato nel 2009 con la Charles Darwin Foundation.

La donazione di IWC sarà altresì destinata all’importante studio degli spostamenti degli squali balena, i pesci più grandi sulla terra nonché un’importante attrazione per i subacquei e gli appassionati di snorkeling che apportano un sostegno cospicuo all’economia delle Galapagos. Tra gli altri progetti che la stazione di ricerca realizzerà presto grazie al sostegno di IWC vi sono la salvaguardia di importanti specie di uccelli quali il fringuello di Darwin, il mimo e il pigliamosche vermiglio nonché lo studio del vasto mondo sottomarino che rappresenta ben i due terzi delle Galapagos.

Tra gli altri progetti per il futuro si annoverano lo Shark Baseline Population Assessment, uno studio della popolazione degli squali atto a verificare l’efficacia protettiva della riserva marina delle Galapagos dalla sua creazione avvenuta nel 1998, e una spedizione per stabilire quali specie invasive del mondo marino, della flora e della fauna, potrebbero danneggiare le isole e le acque circostanti. In programma vi è anche un progetto per la tutela degli uccelli dall’invasione delle mosche parassite; inoltre si lavora per sviluppare delle tecnologie innovative che consentano la reintroduzione su larga scala di determinate specie di piante senza utilizzare l’elevata quantità d’acqua che un programma del genere normalmente richiede.

«Da quando è iniziata la collaborazione con la Charles Darwin Foundation cinque anni fa, Swen Lorenz ha portato una ventata di dinamismo e di professionalità all’organizzazione: ecco perché siamo fermamente convinti che ogni nostra singola donazione sarà impiegata davvero a scopo benefico», conclude Georges Kern. «L’ecosistema delle isole Galapagos è unico nel suo genere ma se non lo si salvaguarda potrebbe danneggiarsi facilmente. Personalmente sono molto orgoglioso del fatto che con il suo sostegno IWC faccia in modo che una tragedia simile non possa mai accadere».

IWC sostiene questi progetti, oltre che la Charles Darwin Foundation stessa, anche tramite il proprio sito Internet, nel quale vengono sempre pubblicati gli aggiornamenti dettagliati sugli spostamenti degli squali, oltre che delle informazioni relative alla collaborazione. In questo modo IWC continua a coinvolgere i clienti di tutto il mondo grazie all’impegno e all’attività benefica svolti per la Charles Darwin Foundation.

Aquatimer Chronograph Edition "Expedition Charles Darwin"
Aquatimer Chronograph Edition «Expedition Charles Darwin»

DETTAGLI

MAGGIORI INFORMAZIONI

IWC Schaffhausen
Uwe Liebminger
Department Manager Public Relations
Mobile +41 (0)79 957 72 52
E-mail uwe.liebminger@iwc.com

Scopri altri articoli
Aquatimer
SCOPRI LA NUOVA COLLEZIONE AQUATIMER

Christian Knoop, Creative Director di IWC, illustra così il nuovo design degli orologi Aquatimer.

SIHH 2014 Booth
DIETRO LE QUINTE DELLO STAND IWC AL SIHH 2014

Direzione Ginevra. In occasione della 24esima edizione del «Salon International de la Haute Horlogerie» (SIHH), IWC invita i visitatori ad immergersi nelle profondità marine alla scoperta delle affascinanti specie a cui è ispirata la nuova collezione Aquatimer.

Ingenieur 2013 Collection
SCOPRI LA NUOVA COLLEZIONE INGENIEUR

Per saperne di più sui nuovi segnatempo Ingenieur di IWC guarda la presentazione di Christian Knoop, Creative Director, IWC.

IWC's SIHH Booth 2013
Dietro le quinte dello stand IWC al SIHH 2013

Dietro le quinte dello stand IWC al SIHH 2013.

L'amore della sua vita

Hansjörg Kittlas parla dell'amore della sua vita, la ripetizione minuti

Un ponte tra Oriente e Occidente

Dennis Lee è responsabile dello sviluppo del mercato di IWC nella grande Cina

Experience - Watchman - Hero Experience Landing
Il custode

L'orologiaio Jürg Rüeger si accerta dello stato di conservazione di circa un migliaio di preziosi segnatempo conservati presso il Museo IWC

IWC approda in Oriente

La nuova Boutique di Hong Kong non è soltanto un negozio di segnatempo IWC, ma una vera e propria porta d'accesso all'universo interattivo di IWC Schaffhausen