Scopri altri articoli
Aquatimer video Screenshot
L'ORA DELL'ACQUA - Il nuovo video Aquatimer

Gli orologi subacquei di IWC fanno un altro passo avanti nella loro evoluzione.

Una nuova generazione di ingegneri IWC

Gli atelier IWC assicurano la formazione degli orologiai da oltre 60 anni. I candidati devono avere una manualità eccellente e una particolare predisposizione per la tecnologia. Terminati i corsi, molti di loro rimangono fedeli all'azienda nel nord-est della Svizzera per molti anni.

Swiss National Day
Festa nazionale svizzera

Scopri il talento nascosto degli orologiai di IWC.

L'arte di essere ingegnere

Il motore vacillò e si spense. Chinato sulla sua creatura in metallo, Benz si asciugò il sudore dalla fronte con il dorso della mano.

INGENIEUR - IN POLE POSITION

Siamo lieti di invitarti alla sessione di qualificazione IWC. Guarda il video e unisciti a noi! La gara sta per iniziare!

Lo scozzese

Un brillante ricercatore dedito alla scoperta di nuove cure per molteplici malattie. Un appassionato giocatore di calcio che ha allenato per diversi anni la squadra dell'azienda per cui lavora, la Roche. Un appassionato di orologi attratto dalla bellezza ingegneristica e dalla precisione dei movimenti meccanici. Andrew Thomas: un uomo dalle mille passioni.

090902-White-Mike-0112v_header
Squali

Michael Muller ha fotografato tutti: personaggi interessanti, VIP, personalità di talento e celebrità che appartengono alla fabbrica dei sogni americana, Hollywood.

CENTESIMO ANNIVERSARIO DEL PRIMO VOLO DI ANTOINE DE SAINT-EXUPÉRY

Antoine de Saint-Exupéry, aviatore e autore, scoprì l'ebbrezza del volo quando aveva 12 anni, all'aerodromo di Ambérieu, non lontano dalla sua casa a Saint-Maurice-de-Rémens.

Esperienze

Lo scultore-designer

Testo — Nicholas Foulkes Foto — Berto Martinez/Unit.nl Data — 26 febbraio 2013

Condividi:

Lo scultore-designer è un fenomeno. Anche se non siete esperti di design, lo riconoscerete dalla sua fama. Il suo nome è diventato sinonimo di rigidità.

Le sue opere si riconoscono immediatamente per la loro assoluta spigolosità. Ogni suo capolavoro, che sia uno yacht, un contenitore dello yogurt, un telefono o una teiera, è caratterizzato dall’assenza di linee curve. I suoi mobili di design sono celebri e le sue sedie non proprio comode da usare.

Nato in Francia negli anni ’50, figlio di un autorevole critico d’arte e di una commediografa abbastanza affermata, è proprio grazie al loro incoraggiamento che intraprese il percorso artistico. I suoi genitori, amici dell’artista Bernard Buffet, trascorsero un’intera estate nel suo Castello in Provenza quando lo scultore-designer non era ancora adolescente. Il disordinato atelier in cui Buffet lavorava alle sue gigantesche sculture a forma di farfalla nonché la spigolosità assoluta che contraddistingue lo stile di questo artista, lasciarono nel giovane un segno indelebile.

Ambizioso di carattere, frequentò il il Liceo Louis-le-Grand e si laureò a l’Ecole Polytechnique e stupì la sua famiglia diventando l’apprendista di un saldatore, scoprendo così il mestiere della saldatura. Tuttavia, quello non fu un atto premeditato di ribellione giovanile (sebbene fosse abbastanza adulto per andare nelle strade di Parigi nella primavera del 1968 a lanciare sassi alla polizia e aderire allo spirito rivoluzionario dell’epoca). Voleva scoprire i metalli stando a contatto e lavorando quotidianamente con essi. Alcune delle sue prime opere, caratterizzate dal suo attuale stile appuntito e immediatamente riconoscibili, sono tra le più ambite di tutta la storia del design contemporaneo.

Ingenieur Automatic
—Ingenieur Automatic, Ref. IW323906

Durante questo periodo della sua vita realizzò due grandi tavoli. Tre anni di duro lavoro, numerose ferite e tagli profondi, ma alla fine raggiunse il risultato desiderato: due tavoli dai bordi talmente taglienti da strappare gli abiti dei commensali e dalle gambe abilmente appuntite da sembrare le punte dei compassi in grado di distruggere il pavimento in parquet della sala in cui erano stati posti. Considerati “volutamente stravaganti”, vennero ignorati a metà degli anni ’70. Oggi uno di essi fa parte della collezione permanente del Musée des Arts Décoratifs di Parigi e l’altro è stato venduto per 1,7 milioni di dollari in una recente asta alla Phillips. Simon de Pury, uno dei primi sostenitori dell’opera, tenne a precisare ai collezionisti internazionali che quei tavoli non erano dei mobili nel vero senso della parola, ma delle sculture che assomigliavano in qualche modo a mobili: una sottile, ma importante differenza. All’incirca nello stesso periodo realizzò una serie di sculture utilizzando oggetti smarriti, principalmente delle lattine saldate le une con le altre (una parodia delle opere di Warhol), le cui punte e i bordi seghettati sporgevano come le foglie e le spine di un cactus metallico. Fu una delle esposizioni più impressionanti poiché non si tenne in una tradizionale galleria d’arte, ma in un deposito di rottami di Parigi. Una delle fotografie dell’evento, tenutosi alla fine del 1976, ritrasse lo scultore-designer mentre si accendeva una Gitanes con un lanciafiamme così come si presenta oggi, ovvero con i capelli rigorosamente corti, la tuta da lavoro e la sigaretta che sembra apparentemente e naturalmente attaccata al labbro inferiore.

Le Punk de Junk

La natura provocatoria delle sue opere (e un po’ di incoraggiamento da parte del padre che all’epoca era un fidato consigliere dell’allora nuovo Ministro della Cultura francese, Francoise Giroud) riuscì a farlo notare da alcune riviste d’avanguardia che lo soprannominarono “Le Punk de Junk” (dopotutto, era l’autunno del 1976). Fu proprio dietro suggerimento del Ministro della Cultura francese che presentò un progetto di posate da utilizzare a bordo del Concorde. Sebbene il suo progetto non ottenne consensi (non ultimo perché i manici erano affilati come lame), riscosse un successo internazionale iniziando a lavorare con rinomati architetti e ingegneri quali Paul Andreu, Richard Rogers, Norman Foster e Jean Nouvel. Oggi, i padiglioni che disegna per le più importanti fiere d’arte e le biennali nel mondo sono noti nel panorama artistico internazionale.

Come Buffet, l’artista è rimasto fedele al suo autentico stile decisamente appuntito, ha accolto l’arrivo di materiali come la fibra di carbonio ad elevatissima resistenza e ha realizzato mobili sottili come la carta con bordi taglienti come la lama di un tagliacarte (piegando la sua sdraio reclinabile ci si potrebbe tagliare uno o due dita).

Il successo non lo ha certo cambiato, nonostante il Castello in Provenza, la collezione di quadri di punta di Buffet e il nuovo Ingegnieur che scintilla al suo polso. Lo scultore-designer apprezza gli indici in oro che danno un tocco sgargiante, la solidità e la spigolosità del bracciale. Solo una cosa lo infastidisce…la lunetta che è un po’ troppo rotonda per i suoi gusti.

Ingenieur Automatic
Ingenieur Automatic

—Ref. 3239

Dettagli

Scopri altri articoli
Aquatimer video Screenshot
L'ORA DELL'ACQUA - Il nuovo video Aquatimer

Gli orologi subacquei di IWC fanno un altro passo avanti nella loro evoluzione.

Una nuova generazione di ingegneri IWC

Gli atelier IWC assicurano la formazione degli orologiai da oltre 60 anni. I candidati devono avere una manualità eccellente e una particolare predisposizione per la tecnologia. Terminati i corsi, molti di loro rimangono fedeli all'azienda nel nord-est della Svizzera per molti anni.

Swiss National Day
Festa nazionale svizzera

Scopri il talento nascosto degli orologiai di IWC.

L'arte di essere ingegnere

Il motore vacillò e si spense. Chinato sulla sua creatura in metallo, Benz si asciugò il sudore dalla fronte con il dorso della mano.

INGENIEUR - IN POLE POSITION

Siamo lieti di invitarti alla sessione di qualificazione IWC. Guarda il video e unisciti a noi! La gara sta per iniziare!

Lo scozzese

Un brillante ricercatore dedito alla scoperta di nuove cure per molteplici malattie. Un appassionato giocatore di calcio che ha allenato per diversi anni la squadra dell'azienda per cui lavora, la Roche. Un appassionato di orologi attratto dalla bellezza ingegneristica e dalla precisione dei movimenti meccanici. Andrew Thomas: un uomo dalle mille passioni.

090902-White-Mike-0112v_header
Squali

Michael Muller ha fotografato tutti: personaggi interessanti, VIP, personalità di talento e celebrità che appartengono alla fabbrica dei sogni americana, Hollywood.

CENTESIMO ANNIVERSARIO DEL PRIMO VOLO DI ANTOINE DE SAINT-EXUPÉRY

Antoine de Saint-Exupéry, aviatore e autore, scoprì l'ebbrezza del volo quando aveva 12 anni, all'aerodromo di Ambérieu, non lontano dalla sua casa a Saint-Maurice-de-Rémens.