IL FASCINO DELL'ESTETICA, CON UNA MAGGIORE DURATA

Nella haute horlogerie diverse componenti del movimento dell’orologio come ponti, coq, platine e ingranaggi sono scrupolosamente decorate a mano o ricevono trattamenti speciali sulla superficie che conferiscono un tocco di lusso. Mentre la lucidatura decorativa ha essenzialmente una finalità estetica, la placcatura in oro può migliorare sia la durata che la funzionalità del prodotto.

 

Un orologio IWC non è solo uno strumento di precisione che permette di conoscere l’ora, ma anche l’oggetto di gioielleria ideale per ornare il polso di un uomo di mondo. Il quadrante, naturalmente, occupa un posto centrale in qualsiasi orologio meccanico di lusso.

Tuttavia il vero conoscitore sa trovare l’apice della bellezza anche in posti non immediatamente visibili. “Diverse componenti del movimento, come platine, ponti e coq sono riccamente decorate o rifinite. Assieme a complicazioni quali il calendario perpetuo o il tourbillon, queste decorazioni rappresentano una parte importante dell’alta orologeria”, spiega Christian Satzke, Project Manager Movements alla IWC. In molti modelli realizzati a Schaffhausen, alcuni di questi elementi decorativi possono essere ammirati attraverso il fondello in vetro.

A SCHAFFHAUSEN LA DECORAZIONE È UNA TRADIZIONE

Il termine francese “finissage” abbraccia un’ampia gamma di tecniche di finitura, alcune delle quali datate diverse centinaia d’anni. Esse includono svariati tipi di smerigliatura, lucidatura o goffratura, oltre che tecniche tradizionali d’incisione come la cesellatura e l’incisione meccanica. Anche i rivestimenti galvanici ne fanno ampiamente parte. “Mentre la lucidatura decorativa ha uno scopo meramente estetico, sfruttiamo la placcatura in oro per migliorare la durata e funzionalità della componente in questione”, aggiunge Satzke.

 

IWC ha alle spalle una lunga tradizione nella decorazione dei suoi movimenti. Perfino i primi calibri Jones erano smerigliati, lucidati e cesellati nonostante tali decorazioni non fossero visibili negli orologi da tasca finiti. La decorazione fu poi protagonista di un rinascimento al culmine della crisi del quarzo, quando la compagnia di Schaffhausen si indirizzò verso la haute horlogerie. Da quel momento in poi, accanto alle innovazioni tecniche, l’abbellimento visivo dei movimenti di alta qualità divenne una priorità sempre maggiore.

—IWC Calibro Jones Motivo E, Lépine. Si tratta dell'unico esempio noto di questo movimento Lépine con motivo E. La decorazione così piacevole alla vista è tipica dei movimenti di alta qualità Jones. (Proprietà di Hannes A. Pantli / Heinz Hasler Photographer)
—Dettaglio del calibro 98295 motivo “Côtes de Genève”

LA LUCIDATURA DECORATIVA E L’INCISIONE SONO UNA GIOIA PER GLI OCCHI

Le forme più comuni di decorazione comprendono diversi tipi di smerigliatura. “Adoperiamo tecniche di smerigliatura o lucidatura per applicare dei motivi su ponti, coq o platine”, spiega Satzke. Una decorazione che ricorre spesso è il motivo “Côtes de Genève”, ossia una serie di linee rigorosamente parallele. Altre celebri forme includono il “perlage”, costituito da cerchi molto ravvicinati, o un disegno del sole con lavorazione guilloché, nel quale le linee circolari si irradiano dal centro. Spesso una combinazione di diversi tipi di smerigliature è applicata a un singolo movimento dell’orologio. Prendiamo per esempio il calibro 52610 del Portugieser Perpetual Calendar. Qui la piattaforma del calendario e la platina del movimento sono rifinite a perlage, mentre il ponte del bariletto è decorato con motivo “Côtes de Genève” a base circolare.

 

Le incisioni artistiche sono un altro importante elemento decorativo. Oltre al marchio “International Watch Co.”, vengono incisi sui movimenti di produzione della compagnia anche altri dettagli come il calibro, i numeri dei movimenti, il numero di rubini e la massima riserva di carica. L’arte delle elaborate incisioni a mano presso Schaffhausen è inseparabile dal nome di Wolfgang Siegwart, che è stato capo incisore alla IWC negli anni novanta. Con il suo bulino e la sua punta per incisioni ha lasciato la firma su qualsiasi Grande Complicazione e assicurato che ogni singolo esemplare fosse di per sé unico. Ugualmente indimenticabile è il Da Vinci Tourbillon Four Sesons, in soli 20 esemplari, sul cui quadrante Siegwart incise magistralmente quattro figure.

UN SOTTILE RIVESTIMENTO MIGLIORA LA FUNZIONALITÀ

Mentre il fascino della lucidatura decorativa e dell’incisione è prettamente visivo, i rivestimenti galvanici migliorano anche le qualità funzionali dell’elemento in questione. Componenti in acciaio od ottone sono poste in un bagno elettrolitico e ricoperte da uno strato estremamente sottile di metallo prezioso. “Per esempio”, ricorda Satzke, “con la placcatura in oro di un ingranaggio si riduce la frizione e si aumenta l’efficienza complessiva del meccanismo.” Ma questo tipo di finitura offre anche un’efficace protezione contro danneggiamenti, usura e ossidazione. Le placcature in oro e nichel sono spesso presenti nei movimenti di manifattura IWC. Alcune parti sono anche placcate in rodio. Un rivestimento galvanico in rodio – metallo della famiglia del platino – rende le componenti estremamente dure e resistenti alla corrosione, e conferisce un colore estremamente vivo.

Diverse componenti nei movimenti di produzione iwc Sono dettagliatamente decorate a mano
—Le viti azzurrate sono utilizzate per assicurare in posizione sia i ponti che il rotore d'oro massiccio.

Altre tecniche di finitura presentano una valenza tanto estetica quanto funzionale. Si ricorre alla smussatura, ad esempio, per rimuovere i bordi irregolari di ponti e platine. “Le parti che sono state smussate sembrano decisamente migliori da un punto di vista qualitativo. Inoltre il processo serve a liberarsi delle piccole schegge metalliche che possono staccarsi e formare della resina con l’olio” conferma Satzke, descrivendo i vantaggi di questa tecnica. Lo stesso vale per la brunitura: la pressione della lucidatura applicata ai perni non solo migliora il loro aspetto ma riduce anche la frizione tra perni e cuscinetti.

Con il lancio della nuova linea Portugieser, IWC ha reintrodotto il processo di “azzurratura” nella sua gamma di tecniche di finitura. Esso prevede che le viti di acciaio siano riscaldate a una temperatura di 290 gradi Celsius per un tempo predefinito e poi lasciate raffreddare. Il processo di ricottura rende l’acciaio più duro e robusto, donando poi un meraviglioso e intenso color blu fiordaliso alle viti. Nel calibro 52610, per esempio, le viti azzurrate sono utilizzate per assicurare in posizione sia i ponti che il rotore d’oro massiccio.

LA SCHELETRATURA METTE A NUDO IL CUORE DI UN OROLOGIO

Vi è, infine, una forma di decorazione molto raramente messa in pratica, nota come “scheletratura”. In questo caso, ogni materiale superfluo nelle platine, ponti e coq è semplicemente eliminato. Il risultato finale è affascinante. L’interazione tra le diverse parti del movimento raramente si vede in modo così chiaro. Realizzare un orologio scheletrato, ad ogni modo, è estremamente difficile. Questa è forse la ragione per cui molti apprendisti orologiai lo scelgono come progetto pratico – il loro vero e proprio “capolavoro” – in vista dell’esame finale. I modelli scheletrati di Schaffhausen sono un evento raro: solo l’IWCPortugieser Minute Repeater Skeleton Ref. 5241 e il Portugieser Tourbillon Mystère Skeleton Ref. 5043 sono stati prodotti in questa versione trasparente.

 

Le varie decorazioni e i diversi tipi di finitura, alcuni dei quali incredibilmente complicati, portano i già elevati standard dell’alta orologeria ad un livello ancora superiore. È dimostrato dai fatti che anche le componenti che il proprietario dell’orologio non vedrà mai, come la piattaforma del calendario perpetuo presente nei modelli calibro 52, sono particolarmente decorate. In definitiva, citando Satzke, “tecniche come queste sono il chiaro segnale delle vette cui aspira IWC nell’arte dell’orologeria di qualità”.

—Portugieser Tourbillon Mystère Skeleton Ref. 5043

Continua a leggere