UNIVERSO IN MINIATURA

L’universo si muove grazie al tempo. Il Portoghese Grande Complication di IWC è uno strumento perfettamente e discretamente concepito per descrivere brevemente il tempo come il motore di tutti i cambiamenti: una macchina del tempo che mostra il globo terrestre inclinato sul quadrante. La raffigurazione rimanda anche alla storia dei Portoghesi, popolo di intrepidi navigatori, che ha dato il nome alla famiglia di orologi.

Una macchina del tempo che mostra il globo terrestre inclinato sul quadrante

I numeri arabi applicati e la minuteria di tipo chemin de fer sono gli elementi che contraddistinguono la famiglia di orologi Portoghesi. Il quadrante è dotato di eleganti lancette a gladio che indicano le ore e i minuti assieme a una sottile lancetta cronografica che indica i secondi cronografici.

In questa finestrella, due dischi e un cursore dei secoli indicano correttamente l’anno a quattro cifre senza alcun intervento di correzione fino al 2299, e persino fino al 2499 cambiando il cursore dei secoli. I giorni della settimana e i secondi vengono visualizzati in un quadrante interno a «ore 9».

Piccola ma non meno importante, la lancetta azzurrata a «ore 3» che indica correttamente la data anche dei mesi con meno di 31 giorni e degli anni bisestili fino al 2100. I mesi e le ore cronografiche registrati dal cronografo vengono visualizzati in un contatore integrato a «ore 6».

Riguardo alla precisione delle fasi lunari, il Portoghese Grande Complication non è da meno: l’indicazione delle fasi lunari presenta uno scarto di un solo giorno in 500 anni. Il disco compie un giro intero in due fasi lunari complete. Lo stesso display indica i tempi cronografici fino a 30 minuti.

Il Portoghese Grande Complication (Ref. 3774) è disponibile nella versione con cassa in platino o oro rosso ed è in edizione limitata di 100 esemplari l’anno. Azionato da un movimento a carica automatica, è dotato di calendario perpetuo con indicazione della data, del giorno, del mese e dell’anno a quattro cifre e di indicazione perpetua delle fasi lunari, oltre che di funzione cronografica, che misura i tempi intermedi e i tempi addizionali fino a un massimo di 12 ore, e di ripetizione minuti per ore, quarti d’ora e minuti. Questo complicato universo è racchiuso solamente in un diametro di 45 mm e 16,5 mm di spessore.

CONTINUA A LEGGERE