IWC Big Pilot’s Watch: l’inizio di qualcosa di importante

Nato come orologio per uso militare, oggi è diventato uno dei modelli più conosciuti nel settore. Il Big Pilot’s Watch di IWC è una leggenda vivente.

 

Tutto iniziò nel 1940, quando IWC produsse 1.000 orologi per la navigazione militare. Questi orologi oversize, detti «B-Uhr», avevano caratteristici quadranti e movimenti per orologi tascabili trasformati in secondi centrali.

 

Nel 2002, IWC ha preso il suo nuovo movimento automatico e lo ha trasformato in secondi centrali, lanciando così il moderno B-Uhr. Il modello (5002), chiamato «Grosse Fliegeruhr», ovvero Big Pilot’s Watch, era speciale. Orologio extra-large del diametro di 46,2 mm, vantava un quadrante dal design uguale a quello del suo predecessore del 1940, con in più una riserva di carica di otto giorni. Questo originale Big Pilot’s Watch è stato prodotto in poche versioni, in acciaio e in due edizioni limitate in platino, oltre a un modello «transitorio» nel 2006 con un nuovo movimento dal battito più veloce.

 

La referenza 5002 era audace ma pur sempre facile da indossare. Era all’avanguardia: un orologio moderno con un nuovo speciale movimento. Il suo design era comunque semplice e facilmente leggibile. Evocava la storia e l’intera tradizione degli orologi da aviazione. Era tradizionale ma anche contemporaneo.

Riflettori puntati sulle edizioni speciali

Nel 2006, quel modello è stato leggermente rielaborato con la referenza IW5004xx. Il numero 9 sul quadrante è scomparso e i numeri alle ore 2 e 4 sul quadrante sono diventati parzialmente visibili. Il cinturino non è più in pelle di bufalo ma in alligatore. Il movimento è stato migliorato grazie a un battito più veloce, prima con il calibro 51110 nel 2006, poi con il calibro 51111 nel 2007. L’orologio rielaborato aveva un aspetto decisamente più elegante e versatile.

 

Questa versatilità, nonché la crescente esigenza di avere un nuovo modello hanno portato al lancio di alcune edizioni speciali. Nel 2007 sono state lanciate sette edizioni limitate, tutte realizzate per rivenditori specifici e una per una boutique, con edizioni limitate da 15 a 50 esemplari. Analogamente, nel 2008 sono state presentate altre sei edizioni limitate: una per il Giappone, le altre per i rivenditori. È stata presentata anche una speciale edizione limitata di 12 esemplari, realizzata in base a un progetto orologiero che non integrava un movimento di base IWC.

 

Tutti gli altri Big Pilot’s watch sono stati dotati di un movimento di manifattura IWC, mentre alcune edizioni speciali ne avevanouno con quadrante dei piccoli secondi a ore 9. Principalmente, le differenze nelle edizioni limitate riguardavano il colore del quadrante e i dettagli. Le dimensioni, l’iconica corona e il caratteristico design del quadrante sono rimasti invariati.

Nuove caratteristiche del Big Pilot’s Watch

Nel 2006, IWC ha lanciato un Big Pilot’s Watch con calendario perpetuo, la referenza IW5026xx, inizialmente in piccole edizioni limitate per due rivenditori partner. Pur non risultando essenziale come l’originale orologio da aviazione Big Pilot’s Watch, l’ampio quadrante si prestava particolarmente bene alla complicazione. Anche questo modello ha avuto un grande successo. Ad esso sono seguite ben 22 edizioni del Big Pilot con calendario perpetuo.

 

Nel 2012, il Big Pilot’s Watch di base, IW5004xx, è stato riproposto con un nuovo sistema di chiusura con corona e albero ed è divenuto la referenza IW5009xx. Il modello è stato ulteriormente migliorato nel 2016, quando gli è stato assegnato un nuovo movimento, il calibro 52110 (IW5010xx).

 

Nel 2012, il Big Pilot’s Watch Perpetual Calendar Top Gun Edition aveva un diametro di 48 mm. Queste dimensioni sono state un record fino al 2016, quando è stata lanciata l’edizione limitata Heritage da 55 mm con cassa in titanio (IW510301). Un secondo modello Heritage, lanciato nel 2016, era più facile da indossare, con un diametro di «soli» 48 mm. Entrambi i modelli Heritage non presentavano l’indicatore della riserva di carica e somigliavano in modo sorprendente al modello originale B-Uhr del 1940, eccetto per il quadrante dei piccoli secondi. 

Un Big Pilot’s Watch per ogni stile

Nel 2016 è stato presentato un altro modello con calendario annuale (IW5027xx) che si è rivelato particolarmente apprezzato. Nel 2018, IWC ha celebrato il suo 150° anniversario. Il modello Big Pilot’s Watch Jubilee era un nuovo modello «Big Date» (IW5105xx). Entrambi gli orologi Annual Calendar e Big Date hanno esclusivi movimenti di manifattura prodotti da IWC.

 

Il 2018 ha visto anche la realizzazione di un’edizione speciale di 100 esemplari in omaggio alla referenza originale 5002. Questo orologio, soprannominato «Safari», sfoggiava il design del quadrante della referenza originale 5002, ma con la cassa in titanio.

 

Dal 2002 al 2018, sono stati lanciati ben 97 diversi modelli di IWC Big Pilot’s Watch. Sono stati prodotti sia per i mercati che per i rivenditori, in edizioni speciali e in vari tipi di metallo. Alcuni erano orologi dedicati alla sola indicazione dell’ora, altri sfoggiavano complicazioni sofisticate.

 

Pochi segnatempo IWC sono in grado di affascinare così tanti appassionati di orologi e in così tante versioni. Il Big Pilot’s Watch è il simbolo di IWC. Questo orologio è grandioso in ogni senso.

 

Michael Friedberg colleziona orologi, in particolare modelli IWC, da oltre trent’anni. Dal 2001 al 2015 è stato moderatore del Forum dei collezionisti IWC e ha scritto molto sulla storia e sulle caratteristiche tecniche di IWC.


Edizioni speciali

Continua a leggere