header.skiplinktext header.skiplinkmenu

IWC Schaffhausen

Contatti

  • INVIACI UN’E-MAIL
    Risponderemo entro 24 ore.
    Mandaci una e-mail
  • VISITA IWC

    Scegli la boutique IWC più vicina e vieni a trovarci o recati in uno dei centri di assistenza IWC, saremo lieti di prenderci cura del tuo orologio.

    Trova la boutique più vicina
  • FISSA UN APPUNTAMENTO.

    Programma una visita nella boutique di tua scelta.

    Fissa un appuntamento.
  • Lascia il tuo feedback

    Il tuo feedback è importante per noi. Condividilo con noi qui.

Cambia localizzazione

Chiudi
Cerca luogo
Paese selezionato
Risultati
Tutte le località
Tutte le località
iwc-ppc-language-

CARRELLO

Chiudi

REGISTRATI AL SITO IWC

Chiudi

IWC Schaffhausen

IWC Schaffhausen

 

 

L’INGENIEUR SL DI GÉRALD GENTA: UN DESIGN PER L’ETERNITÀ

 

L’Ingenieur fu lanciato per la prima volta nel 1955 insieme al primo movimento automatico di manifattura IWC, al sistema di ricarica Pellaton e a una cassa interna in ferro dolce per proteggere l’orologio dai campi magnetici. Nonostante i suoi rivoluzionari aspetti tecnici, questo modello viene sempre accompagnato dal nome di Gérald Genta, considerato da molti uno dei designer di orologi più influenti di sempre. Negli anni '70, Genta creò l’Ingenieur SL, i cui audaci codici estetici e inconfondibile design hanno segnato fin da subito la storia dell’Ingenieur IWC.

LA NASCITA DELL’INGENIEUR

Gli anni '50 furono un periodo di grandi cambiamenti. Nuovi dispositivi facilitavano lo svolgimento delle faccende domestiche e la fiducia nel progresso tecnologico non conosceva limiti. Proprio durante questo vivace periodo IWC lanciò l’Ingenieur, il primo orologio antimagnetico da polso prodotto a Schaffhausen per uso civile. Questo strumento fu specificamente pensato per professionisti che nel loro ambito lavorativo venivano costantemente esposti a campi magnetici, come ad esempio ingegneri, tecnici, fisici, chimici e dottori. Una cassa interna in ferro dolce proteggeva il movimento dagli effetti dei campi magnetici. IWC aveva inizialmente sviluppato questa tecnologia alcuni anni prima per il Pilot’s Watch Mark 11, pensato per la British Royal Air Force. In linea con lo stile sobrio di questo corpo militare, il primo Ingenieur (Ref. 666) fu lanciato nel 1955 con una cassa rotonda piuttosto discreta.

    

UN NUOVO INGENIEUR IN DIVENIRE

Alla fine degli anni '60, tra la Direzione di IWC circolava già l’idea di creare un «nuovo e robusto modello Ingenieur in acciaio». Il nuovo Ingenieur non sarebbe semplicemente diventato più robusto grazie al sistema antiurto integrato. Un altro importante requisito era quello di creare una cassa dal design nuovo, che enfatizzasse ancora di più il carattere tecnico dell’orologio. Alla ricerca di un designer, IWC si rivolse a Gérald Genta. Grande ammiratore del brand, all’epoca il designer di orologi originario della Svizzera francese stava lavorando autonomamente. IWC aveva già collaborato con lui nel 1967 per il design di un cronografo in acciaio. Tuttavia, questo progetto non fu mai realizzato. IWC chiese a Genta di rivisitare l’Ingenieur e il designer rivelò il risultato del suo lavoro nel 1974.

— L’Ingenieur SL, Referenza 1832, ha definito i codici estetici che fin da subito hanno segnato la storia della linea Ingenieur.

UN CAPOLAVORO FIRMATO GÉRALD GENTA

L’Ingenieur SL di Gérald Genta, Ref 1832, fu lanciato nel 1976 come modello di punta della collezione SL, che comprendeva vari orologi sportivi di lusso con cassa e bracciale in acciaio. Questo modello sfoggiava audaci codici estetici: lunetta rotonda a vite con cinque indentature, un particolare motivo sul quadrante e un bracciale integrato in acciaio con maglie ad H. Tramite il suo design originale, questo nuovo Ingenieur rifletteva alla perfezione la visione artistica di Genta: un orologio sportivo di lusso in acciaio con bracciale integrato. L’Ingenieur SL fu soprannominato «Jumbo» per le notevoli dimensioni della sua cassa. Nonostante il design innovativo e rivoluzionario, però, questo modello non ottenne un successo commerciale. Negli anni successivi, furono prodotti poco più di 1000 esemplari. Al giorno d’oggi, l’Ingenieur SL è un pezzo da collezione, uno degli orologi più ricercati della storia di IWC.

UN DESIGN NATO PER RESTARE

Nel corso dei successivi 50 anni, IWC ha continuato a ispirarsi al modello di Genta per la creazione della linea Ingenieur. I codici di design dell’Ingenieur SL sono talmente forti da consentire a IWC di alterarli leggermente, senza mai perdere l’originale impronta artistica lasciata dal leggendario designer. Nel 1983, ad esempio, furono aggiunti alla collezione diversi nuovi modelli che rappresentavano una chiara continuazione del concetto di design di Genta. Tuttavia, per soddisfare i gusti dei clienti degli anni '80, le dimensioni della cassa del nuovo Ingenieur SL furono ridotte a un diametro di 34 mm. Questo modello fu soprannominato dai collezionisti «l’Ingenieur magro» per via della sua sottigliezza.

 

Particolarmente degno di nota è anche l’Ingenieur 500.000 A/m, che IWC sviluppò a metà degli anni '80 con l’aiuto di due esperti svizzeri di metallurgia, il Prof. Steinemann e il Dott. Straumann. Questo orologio completamente antimagnetico presentava una molla del bilanciere realizzata in una speciale lega di niobio e zirconio, estremamente complessa da ottenere. Il modello fu testato in uno scanner per risonanza magnetica e riusci a sopportare un’incredibile intensità di 3,7 milioni di A/m. Per questo motivo, IWC gli diede il nome di Ingenieur 500.000 A/m e lo lanciò sul mercato nel 1989 con una cassa di 34 mm.

— Nel 1989, l’Ingenieur 500.000 A/m riuscì a tollerare 3,7 milioni di A/m in uno scanner per risonanza magnetica, superando di gran lunga le possibilità tecniche del test.
— Il nuovo Ingenieur Automatic, Ref. 3227, fu lanciato nel 2005, 50 anni dopo il primo Ingenieur, rivelando un nuovo movimento automatico con sistema antiurto integrato.

PROTEZIONE DAGLI URTI E NUOVO MOVIMENTO

Nel 2005, ovvero 50 anni dopo il lancio del primo Ingenieur, questa linea fece un grande ritorno nel mondo orologiero. Il nuovo Ingenieur Automatic, Ref. 3227, presentava tutti i codici di design dell'Ingenieur SL nato dalla mente di Genta negli anni '70. Tuttavia, sfoggiava anche un nuovo movimento automatico recentemente sviluppato a Schaffhausen. Il calibro 80110 di manifattura IWC era dotato di sistema di ricarica Pellaton e dispositivo antiurto integrato. In linea con la tradizione dell’Ingenieur, una cassa interna in ferro dolce proteggeva il movimento dai campi magnetici.

NUOVE COMPLICAZIONI E MATERIALI PER LA CASSA

Nel 2013, IWC diventò «Official Engineering Partner» del team di Formula Uno™ Mercedes-AMG Petronas. Allo stesso tempo, il brand presentò una collezione Ingenieur completamente rinnovata. Il sue modello di punta era l’Ingenieur Constant-Force Tourbillon, Ref. 590001, un capolavoro della tecnologia con cassa in platino e ceramica. Il tourbillon con meccanismo di forza costante integrato era il protagonista del quadrante, che contribuiva all’estrema precisione dell’orologio. IWC ha anche continuato a introdurre innovazioni in fatto di materiali. L’Ingenieur Perpetual Calendar Digital Date-Month, Ref. 379201, fu il primo orologio di Schaffhausen a sfoggiare una cassa in alluminuro di titanio (TiAl), un materiale usato nel mondo dei motori per produrre pistoni e valvole di motori ad alte prestazioni. Anche l’Ingenieur Automatic, Ref. 3239, fu ridisegnato. Pur mantenendo i codici di design dell’Ingenieur SL di Genta, fu il primo Ingenieur con una protezione della corona.

— Il nuovo Ingenieur Automatic, Ref. 3239, è il primo Ingenieur con una protezione della corona contro urti e regolazioni involontarie.

Continua a leggere

IWC Schaffhausen