MATERIALI DELLA CASSA

watchfinder.imgAltTxt MATERIALI DELLA CASSA

Per le casse degli orologi IWC vengono utilizzati unicamente materiali di altissima qualità. Ognuno di essi ha specifiche proprietà e offre determinati vantaggi. Il platino, sobrio, pesante e raro, con un titolo del 95 per cento, è il metallo nobile più puro utilizzato in ambito industriale. L’oro, metallo prezioso senza tempo e di valore stabile, è da sempre simbolo di lusso ed eleganza. Negli orologi con cassa in oro, IWC impiega sempre un titolo del 75 per cento, ossia 18 carati. Poiché l’oro puro sarebbe troppo morbido per la cassa di un orologio, viene legato con altri metalli, in combinazione con i quali riceve anche una determinata colorazione: il palladio per l’oro bianco, l’argento e il rame per l’oro rosso. L’acciaio pregiato è inossidabile ed è facile da lavorare. Il titanio è leggero e infrangibile, mentre la ceramica non si usura ed è antigraffio.

 

Nel corso della sua storia, IWC Schaffhausen è sempre stata all’avanguardia nel promuovere lo sviluppo e la lavorazione di nuovi materiali. Già negli anni Ottanta sono state presentate le prime casse in titanio. La manifattura di Schaffhausen è stata pioniera anche nell’uso della ceramica in campo orologiero e nel 1986, per la prima volta, ha utilizzato per il Da Vinci una cassa in ossido di zirconio colorato. Nessun altro tipo di materiale resiste a temperature altrettanto elevate e a  ollecitazioni meccaniche e chimiche così estreme. Nel 2013 IWC ha utilizzato per la prima volta l’alluminuro di titanio (TiAl), una lega ancora più leggera e robusta del titanio puro e con una colorazione più scura.

 

Lo stesso anno ha segnato il debutto di un altro materiale hightech: il carbonio, impiegato anche negli sport automobilistici e caratterizzato da un’estrema leggerezza e solidità. Nel 2014 IWC ha presentato per la prima volta una cassa in bronzo. Con il passare del tempo e a seconda dell’uso, il bronzo assume una patina che ne scurisce il colore, conferendo all’orologio un fascino particolare e unico. Un’ulteriore innovazione viene introdotta da IWC nel 2014 con la ceramica al nitruro di silicio. A parità di resistenza agli urti, questo materiale pesa solo la metà dell’ossido di zirconio ed è addirittura più leggero del titanio.

 

Oggi la manifattura orologiera svizzera prosegue questa tradizione di innovazione con il Ceratanium® (Ceramized Titanium), un materiale di nuova concezione che riunisce in sé i vantaggi del titanio e della ceramica. Basato su una lega di titanio, il Ceratanium ® è come uest’ultimo molto leggero, infrangibile e ben tollerato sulla pelle, ma anche duro e antigraffio come la ceramica. Il segreto sta nello speciale rocedimento di fabbricazione, che conferisce al metallo una superficie ceramizzata di colore nero. Inoltre, il nuovo materiale è caratterizzato da n’elevata resistenza alla corrosione.