ADRIANA LIMA, TESTIMONIAL DEL MARCHIO IWC, SUL RING CON I BAMBINI DEL PROGETTO LAUREUS IN BRASILE

Rio de Janeiro/Schaffhausen, 25 luglio 2016 – Durante una recente visita a Rio de Janeiro, la top model brasiliana Adriana Lima, ha preso parte a un allenamento di pugilato insieme ai bambini e ragazzi del luogo. I suoi sparring partner erano i giovani partecipanti al progetto “Fight for Peace” (“Lotta per la Pace”) della Laureus Sport for Good Foundation, che la manifattura svizzera di orologi di lusso IWC, di cui Lima è testimonial, sostiene attivamente dal 2005. Il progetto vuole coniugare lo sport con l'istruzione al fine di aiutare i giovani a trovare la loro strada.

Trovandosi a Rio de Janeiro per un servizio fotografico destinato al numero di agosto di Vogue Brasile, la brand ambassador IWC Adriana Lima ha voluto dedicare un poco del suo tempo ai bambini del progetto Laureus “Fight for Peace”, ospitato in una palestra di pugilato. Con un'acconciatura a treccine, pantaloni neri e guanti da boxe (rossi per la prima seduta di allenamento e argento per la seconda), la top model brasiliana si è allenata con i giovani e i loro trainer, alla presenza di bambini più giovani che, rapiti, osservavano ogni singolo movimento. “Mi sento molto onorata di potere essere sul ring e condividere la mia passione per la boxe con questi bambini. Questo progetto aumenta la loro autostima e mostra loro quanto valgono e di quanto sono capaci. È una cosa bellissima”, dice Lima, che pratica la boxe da oltre 10 anni nell'ambito del suo programma di fitness.

GUANTONI CONTRO IL CRIMINE

“Fight for Peace” coniuga la boxe e le arti marziali con l'istruzione e lo sviluppo personale, allo scopo di aiutare i giovani svantaggiati a realizzare il proprio potenziale. I bambini e i giovani che hanno partecipato alla seduta di allenamento provengono da situazioni personali di estrema povertà. Molti di loro vivono in favelas che da decenni sono teatro di guerre tra bande di spacciatori, dove le strade vengono letteralmente pattugliate da adolescenti armati. Roberto Custodio, che partecipa a “Fight for Peace” ha tratto grande beneficio dal progetto, che lo ha aiutato a dare una direzione alla sua vita. “Lo sport trasforma, ci insegna molte cose che solo lui può insegnare e che rendono le nostre vite più complete: valori come determinazione, tenacia, solidarietà, rispetto reciproco, umiltà” ci dice questo "real hero" di Laureus. “Per me, ‘Fight for Peace’ è una famiglia.” Il successo è già diventato tangibile: i risultati recentemente raccolti mostrano che il 68% dei bambini che hanno partecipato al progetto sono meno inclini a commettere crimini o a portare un'arma. Andrea Schellmoser, direttrice Marketing & Communications di IWC America Latina, che ha preso parte alla visita e alla seduta di allenamento, ha aggiunto: “Sono onorata di vedere che la testimonial del marchio Adriana Lima sta dedicando tempo prezioso a questo significativo progetto Laureus, che si svolge nel suo Paese di origine. Ha veramente preso a cuore i valori del marchio IWC, tra cui l'impegno in campo sociale.”

Mi sento molto onorata di potere essere sul ring e condividere la mia passione per la boxe con questi bambini

OGNI ANNO IWC DEDICA UN SEGNATEMPO A LAUREUS

Dal 2005 IWC Schaffhausen è partner globale della Laureus Sport for Good Foundation. Il sostegno ai bambini e giovani svantaggiati è uno dei pilastri dell'impegno in campo sociale della prestigiosa manifattura svizzera di orologi. Nei primi mesi di quest'anno, IWC Schaffhausen ha presentato il modello Portofino Automatic Moon Phase 37 Edition “Laureus Sport for Good Foundation” (ref. IW459006). Questo segnatempo, limitato a 1500 esemplari in tutto il mondo, è la decima edizione speciale che IWC crea a sostegno di Laureus. L'incisione sul fondello, che raffigura ragazze e ragazzi che giocano a palla, riproduce un disegno di Eleni Partakki di Cipro. La sedicenne partecipa a un progetto Laureus che incoraggia attivamente le ragazze e i ragazzi greci-ciprioti e turchi ciprioti a giocare insieme a basket.

CONTINUA A LEGGERE